Menu Libri

   Psicologia
   Didattica
   Psicopedacogia
 

 

 

 

     Pubblicazioni Libri

 

 

la forza delle idee...

 

PSICOLOGIA

  
 

Fausto Presutti

PSICOLOGIA DELLA CONOSCENZA E DELL'APPRENDIMENTO

  
 E' uno strumento fondamentale per la formazione di studenti delle Magistrali, per concorsi all'abilitazione all'insegnamento, per corsi di specializzazione di operatori scolastici e socio-sanitari, per psicopedagogisti, per studenti universitari di psicologia e di pedagogia. 
 Il libro, frutto di oltre dieci anni di studi e di ricerche, tratta in maniera organica e completa l'acquisizione e lo sviluppo dei processi mentali, della logica e dell'intelligenza, offrendo un chiaro quadro di riferimento teorico-operativo. Il testo, inoltre, consente l'acquisizione di una nuova concezione di psicologia cognitiva, che unisce le neuroscienze alla pedagogia in una unica proposta scientifico-sperimentale.
 
 Psicologia della conoscenza e dell'apprendimento è un manuale indispensabile come base di riferimento per rilevare e interpretare i processi di apprendimento, i processi di conoscenza, lo sviluppo intellettivo in età evolutiva e le dimensioni della logica. Inoltre, è uno strumento di lavoro che consente ad ogni operatore socio-educativo di comprendere e di riconoscere l'universo mentale e gli stili di personalità di ogni individuo.
 

1990, pp.190


 

Fausto Presutti

CONCEZIONE E MODELLI D'INTELLIGENZA

  
La valutazione dell'intelligenza, unita alla possibilità di rilevare e di sviluppare le potenzialità pscicognitive dei bambini mediante strumenti scientifici, suscita notevoli interessi per le tematiche che affronta, ma determina altrettanta diffidenza dato che i test finora prodotti si sono basati su una concezione ristretta o superata delle capacità mentali e dell'intelligenza umana. Che cos'è l'intelligenza umana? Come si evolve? Si può insegnare a pensare? Si può educare a strutturare ragionamenti e ad essere creativi? Questo libro espone il modello teorico ed applicativo per poter valutare le capacità psico-cognitive dei bambini, in maniera da poter costruire una visione educativa completa. 

1996, pp.48


 

Fausto Presutti

INTERPRETAZIONE DEI SIMBOLI EMOZIONALI


In ogni momento della giornata usiamo il linguaggio come strumento fondamentale per comunicare con gli altri. Quando usiamo il linguaggio non solo trasmettiamo informazioni e conoscenze, ma esprimiamo anche sentimenti, emozioni, esigenze, aspettative, valori. Ciò avviene in qualunque attività sociale. La scoperta e la comprensione dei contenuti emotivi trasmessi spontaneamente nella vita quotidiana costituisce un processo indispensabile per conoscere se stessi, i propri desideri, i propri bisogni, la propria personalità. Inoltre, la conoscenza e l'interpretazione dei contenuti emotivi trasmessi nelle comunicazioni verbali sono uno strumento basilare per qualunque educatore e per tutti gli operatori in campo sociale e scolastico (psicologi, pedagogisti, medici, insegnanti, assistenti sociali). 

1986, pp.111


 

Fausto Presutti

CONOSCERE SE STESSI 


E' un quaderno operativo comprendente gli itinerari per imparare a viaggiare nel proprio mondo psichico, è un diario personale strutturato nei seguenti tre percorsi psicologici: - Mappa delle Emozioni; - Struttura di Personalità - Atteggiamenti PsicoSociali. Tali percorsi psicologici, uniti insieme, sono strumento educativo utile per conoscere se stessi in modo chiaro, efficace e completo. La realizzazione di questi percorsi psicologici all'interno della comunità sociale o scolastica consente un confronto costruttivo tra coetanei, promuovendo un'accettazione empatica tra le persone ed una situazione di disponibilità e di armonia psico-affettiva, che incentiva la formazione di relazioni dinamiche, coinvolgenti e soddisfacenti nel gruppo. 
L'uso di questo quaderno operativo permette ad ogni individuo di esprimere il proprio mondo psichico e di riflettere su se stesso; contemporaneamente gli consente di comprendere gli altri e di evolvere le sue caratteristiche di personalità all'interno di un contesto sociale accogliente e stimolante.
 

1994, pp.94


 

Fausto Presutti

I BAMBINI RACCONTANO LE LORO MAESTRE


Il libro è suddiviso in due parti complementari, ma profondamente diverse sia nella concezione che nello stile letterario. 
Nella prima parte viene esposto il modello teorico scientifico e culturale per la comprensione dell'universo psichico e degli stati emozionali delle persone. In questa parte vengono elaborate ed argomentate le regole psicologiche per un vivere a misura d'uomo, in cui le emozioni abbiano una funzione ed un senso nei rapporti sociali, con il fine di raggiungere l'accettazione da parte degli altri, il benessere e la felicità interiore, in base alla coerenza, alla armonia ed alla dinamicità della personalità.
 
Nella seconda parte viene presentato il test "immaginiamo gli insegnanti" e vengono trattate una serie di storie effettuate da bambini di 8-10 anni. Mediante l'analisi e l'interpretazione delle storie fantastiche inventate dai bambini, il lettore viene condotto a riflettere sulla comunicazione (quindi, ad effettuare studi di meta-comunicazione) dei messaggi esposti e dalla struttura narrativa dei racconti. La lettura di questo libro è particolarmente utile per gli educatori (docenti e genitori), gli adolescenti, gli operatori sociali, gli animatori culturali, gli psicologi, i sociologi, i pedagogisti e tutti coloro che operano nel campo delle scienze dell'educazione e della formazione.
 

1995, pp.169


 

 
Fausto Presutti

IL MONDO PSICHICO DEI BAMBINI  
Dall'infanzia alla fanciullezza
 


La comprensione e l'uso dei simboli psichici è lo strumento fondamentale per esprimere e per capire il mondo interiore di ogni individuo. In genere, si pensa che i bambini non abbiano un mondo psichico sviluppato e ben strutturato, per cui hanno bisogno di un adulto che li guidi e che li protegga durante le dinamiche relazionali e le esperienze psico-affettive che vivono con gli altri. Ma gli adulti sono in grado di comprendere le esigenze psichiche e le caratteristiche di personalità dei bambini? Come si forma e si sviluppa il mondo psichico dei bambini? 
Questo libro dimostra che, già a 7 anni, ogni bambino ha costruito un proprio mondo psichico ricco e multiforme, capace di esprimere le esigenze e i desideri socio-emozionali e in grado di elaborare e di agire in base alla visione mentale che si è formata.
 
La comprensione e l'interpretazione del mondo psichico di ogni bambino (effettuato in due classi di seconda elementare di Pergola e di Iobbica, nell'entroterra pesarese) è analizzata in base ad un medello teorico ed alla realizzazione di un test psicologico, che viene ampiamente esposto e spiegato nel libro.
 
Le analisi delle storie, inventate dagli alunni, sono state realizzate in maniera che il lettore possa entrare gradualmente nel mondo psichico di ciascun bambino e che possa identificare le dimensioni e le caratteristiche del loro universo mentale, in maniera da poter cogliere l'evoluzione psico-sociale di ognuno nel delicato passaggio dall'infanzia alla fanciullezza.
 

1994, pp.225


 

 
Fausto Presutti

SENSITIVITÀ 


 Un viaggio PsicoCorporeo alla scoperta delle immagini IperRealistiche. 
 Come un Castaneda o un Rajneesh che ha vissuto le rivoluzioni socio-culturali e il progresso tecnologico avvenuto negli ultimi decenni nelle metropoli delle nazioni economicamente dominanti, l'autore propone una prospettiva di evoluzione umana: la Sensitività. Questo saggio narra, in forma romanzata, le ipotesi scientifiche, la visione psicologica-culturale e l'itinerario didattico per la stimolazione e l'arricchimento della personalità e per comprendere le dinamiche dei comportamenti umani e delle relazioni interpersonali. Il continuo alternarsi di esperienze psicocorporee e di immagini mentali vissute dal personaggio del libro offre metodi e spunti per realizzare un percorso terapeutico che amplia e sviluppa le tecniche della Bioenergetica, della Gestalt e della teoria del campo di K. Lewin.

 

 

 

DIDATTICA

 

 
Fausto Presutti

IL GIOCO DELL'OCA 


In questo opuscolo viene presentato il gioco dell'oca come strumento educativo, capace di consentire al'insegnante e allo psicopeda-gogista: 
- una reale ed efficace interazione con l'ambiente familiare e sociale;
 
- l'uso di un Test Didattico, basato sui criteri delle Scienze dell'Educazione, in grado di stimolare, di sviluppare e di verificare le abilità dei bambini;
 
- un nuovo modo di impostare l'insegnamento, basato sul gioco costruttivo, sul divertimento e sul rapporto sociale. I test Didattici consentono di valutare le capacità e le strategie mentali dei bambini, senza svincolarle dal contesto educativo e dal rapporto di insegnamento-apprendimento, in maniera da creare delle ipotesi psipedagogiche che vengano costantemente sperimentate nella prassi quotidiana.
 

1991, pp. 47


 

 
 

Fausto Presutti

LA DIDATTICA DELLA LOGICA E DELLA MATEMATICA  
Un progetto educativo per la scuola d'infanzia e la prima elementare  

 

Questo libro si rivolge agli insegnanti, agli operatori e ai dirigenti scolastici che operano nel settore della scuola materna ed elementare. Inoltre, risulta particolarmente utile anche a tutti gli insegnanti di sostegno della Scuola Elementare e Media per la progettazione del recupero e dello sviluppo di capacità logiche, intelletive e matematiche negli alunni con difficoltà mentali e con ritardo nell'apprendimento. 

 

1989, pp. 94


 

Fausto Presutti

NUMERI E PAROLE 


Numeri e parole è un libro didattico che consente di sviluppare le capacità linguistiche e matematiche dei bambini di 5-6 anni e contemporaneamente permette di valutare le capacità linguistiche e matematiche dei ragazzi in ritardo di apprendimento.  
I disegni allegri e stimolanti, che formano gli esercizi gioco, conducono il bambino alla conquista di conoscenze e di abilitò matematiche e linguistiche, che, autonomamente, imparerà a scoprire e a comprendere. Ogni pagina del libro stimola una piccola conquista, che porta il bambino ad interiorizzare i concetti e a sviluppare creativamente le capacità linguistiche e matematiche, che gli consentono:
  
- di conoscere ed interpretare la realtà in cui vive;
  
- di socializzare con gli altri e di diventare partecipe e protagonista della propria educazione.
 

1991, pp. 128


 

 
Fausto Presutti

LOGICA, SPAZIO E TEMPO  


Logica, spazio e tempo è uno strumento didattico ricco di esercizi logico-percettivi, di sicuro affidamento per l'insegnante di scuola materna e per l'educatore specializzato nel recupero di bambini con ritardo di apprendimento. Gli esercizi-gioco sono strutturati in maniera da sviluppare le capacità dei bambini, seguendo una progressione scientificamente sperimentata e stimolando una creatività multiforme e personalizzata.  
Logica, spazio e tempo si usa semplicemente giocando ed apprendendo insieme ai bambini.
  
I disegni allegri e gli stimolanti giochi grafici diventano facilmente personaggi del mondo fantastico creato dai bambini, costruendo avvenimenti e storie che consentono loro di scoprire spontaneamente le regole degli esercizi proposti.
  
Ogni esercizio-gioco illustra un'attività piena di personaggi e di avvenimenti a cui è sottesa una logica che attira la curiosità del bambino, per condurlo, esercizio dopo esercizio, concetto dopo concetto, all'uso di una serie di ragionamenti, necessari per capire e per interpretare il mondo che lo circonda.
 

1991, pp.128

 

Fausto Presutti

1° livello: COLORI, FORME E FANTASIA 
2° livello: DISEGNA, COSTRUISCI E INVENTA
 
3° livello: FIGURE, SEGNI, LETTERE


Questo progetto educativo è rivolto ai bambini da 3 a 6 anni e ai ragazzi con ritardo di apprendimento. 
È strutturato su tre livelli didattici di attività-gioco, ciascuna delle quali tiene conto delle particolari esigenze e delle specifiche abilità dell'infanzia, e che ben si inserisce nel mondo fantastico-simbolico del bambino. I disegni sono formati da figure quotidiane ed essenziali, ben evidenziate dai colori stimolanti, e prive di effetti di dinamicità e sovrapposizione che creerebbero difficoltà di ricezione dell'immagine rappresentata: viene invece favorita la percezione globale e la conseguente formazione di schemi mentali nella realizzazione delle attività.
 

1991, Schede a colori

 

 

 

PSICOPEDAGOGIA

 

 
Fausto Presutti

LE RELAZIONI PSICO-SOCIALI NELLA SCUOLA D'INFANZIA

  
E' un testo che propone un percorso scolastico utilizzando metodi e strumenti propri delle Scienze dell'Educazione, rivolto alla formazione, all'aggiornamento e alla specializzazione degli insegnanti operanti nella Scuola Materna e degli educatori di Asilo Nido. E' uno strumento fondamentale anche per quegli operatori specializzati in campo psicologico, sociologico e didattico, che vogliono acquisire delle competenze di psicopedagogia, di psicologia sociale o di metodologia dell'insegnamento, per meglio comprendere le interazioni educative nell'ambiente scolastico e per la strutturazione delle dinamiche senso-motorie, affettive e cognitive tra i bambini. 

1991, pp. 207 

 

Fausto Presutti

L'EDUCAZIONE PERSONALIZZATA NELLA SCUOLA  
Un progetto pedagogico per la società del 2000
 

Si sta vivendo in una epocale trasformazione dell'organizzazione sociale e dei modi di vivere e di concepire la realtà. Quali sono le caratteristiche e le esigenze della società in cui stiamo vivendo? Quale funzione hanno la famiglia e la scuola in questo tipo di società? Quale tipo di organizzazione familiare e scolastica è più adatta? E' la società a dover soddisfare i bisogni di realizzazione lavorativa degli individui, mentre alla famiglia spetta il compito di sostegno e di sviluppo affettivo? Agli insegnanti spetta quello di diventare dei "genitori culturali-scientifici"? Come si forma una comunità educante in questo tipo di società? Che cosa significa "scuola personalizzata a livelli"? Quale tipo di organizzazione scolastica è più adatta alle esigenze della società e ad offrire un servizio educativo qualitativo per lo sviluppo della personalità e delle capacità degli alunni? I campi di conoscenza e le conseguenti materie di studio corrispondono alle esigenze di comprensione e di evoluzione psico-intellettive e socio-affettive dell'individuo? Sono adeguate alle necessità ed alla curiosità di sapere e di imparare degli alunni? Sono collegate ai bisogni sociali di espressione e di realizzazione ed alla vita collettiva? Corrispondono alle attuali esigenze del mondo del lavoro e ad uno sviluppo professionale dei giovani? Sono funzionali ad un tipo di complessità e di organizzazione sociale ed al livello di socializzazione che essa richiede? Questo libro vuole dare una risposta alle problematiche esposte, proponendo una concezione di organizzazione sociale delle istituzioni educative, il cui obiettivo è la formazione di una comunità educante che consenta uno sviluppo armonico, completo e significativo delle nuove generazioni all'interno di un sistema di valori condiviso dal gruppo sociale in cui si vive. 

1997, pp.156 


 

 

Fausto Presutti

LA VALUTAZIONE DELLE CREATIVITA' LINGUISTICA 


Questo libro è rivolto principalmente agli insegnanti (i genitori culturali) e alle famiglie (i genitori affettivi), poiché consente di cogliere cosa pensano e vivono i bambini della nostra società. Nel libro vengono esposte circa 70 storie di bambini di 5-14 anni, scelte tra le 682 che sono state realizzate da tutti gli alunni di Cagli e di Cantiano (Ps), mediante l'uso dei test "Figure nascoste" e "Figure creative". Ogni stori adei bambini è un capolavoro artistico che rivela il loro vissuto e contemporaneamente descrive la realtà in cui agiscono, anche se espressa in modo fantasioso o descritta in maniera simbolica e metafisica. Ogni storia è diversa dalle altre, eppure collegate in modo da formare un unico quadro che consente di cogliere una visione completa, profonda e dettagliata della realtà sociale in cui i bambini vivono.  

1997, pp. 193 


 

 
 

Fausto Presutti

LA VALUTAZIONE DELLE CAPACITA'

PSICOCOGNITIVE DEI BAMBINI 


Nel libro viene esposta la sperimentazione psicopedagogica nella scuola di Pergola (PS), utile come esempio applicativo per far acquisire le competenze teoriche e metodologiche necessarie ad:  

· a) una valutazione generale della personalità e delle capacità intellettive e creative dell'individuo; 

· b) una valutazione specifica e dettagliata delle capacità cognitive e delle caratteristiche immaginative della persona; 

· c) una valutazione del rapporto sperimentatore-soggetto creato durante il test; 

· b) un confronto tra rendimento scolastico e valutazione psico-cognitiva dei risultati nei test; 

· c) una valutazione del rapporto sperimentatore-soggetto creato durante il test; 

· d) un confronto tra rendimento scolastico e valutazione psico-cognitiva dei risultati nei test. 

La valutazione viene effettuata mediante l'uso dei test "Figure nascoste" e "Figure creative" che consentono di cogliere la molteplicità delle intelligenze (differenti tipi di atti intellettivi) in una visione multiforme (diverse dimensioni cognitive, strategie di ragionamento e varie forme di espressioni comunicative) e relativa (contestuale all'ambiente socio-culturale, al tipo di situazione e di particolare momento in cui viene effettuato il test, al tipo di rapporto con lo sperimentatore che attua il test). 
I due test sono strumenti operativi che consentono un nuovo modo, più efficace e significativo, di rilevare e di valutare l'intelligenza e le capacità psico-cognitive delle persone.
 

1996, pp. 356 


 

 
  

Fausto Presutti

FIGURE NASCOSTE   E FIGURE CREATIVE

I test "Figure nascoste" e "Figure creative" si basano su una progredita concezione neuro-psicologica nello studio dei processi cognitivi e delle caratteristiche di personalità degli individui. Quindi, i test "Figure nascoste" e "Figure creative" sono strumenti operativi che consentono un nuovo modo di rilevare e valutare l'intelligenza e la creatività delle persone. Lo studio e la valutazione dell'intelligenza e della creatività umana suscita notevoli interessi per le tematiche che affronta, ma determina altrettanta diffidenza dato che i test finora prodotti si sono basati su una concezione ristretta o superata di capacità mentali e di immaginazione. I test "Figure nascoste" e "Figure creative" sono caratterizzati da un modello neuropsicologico che concepisce una pluralità di intelligenze (differenti tipi di atti intellettivi) in una visione molteplice (diverse dimensioni cognitive, strategie di ragionamento e varie forme di epressioni comunicative) e contestuale (relativa all'ambiente socio-culturale, al tipo di situazione e al particolare momento in cui viene effettuato il test, al tipo di rapporto con lo sperimentatore che attua il test)). Quindi, questi due test sono strumenti operativi che consentono un nuovo metodo più efficace e significativo di rilevare e di valutare l'intelligenza e la creatività delle persone. Questi due test vanno considerati insieme poiché consentono di avere una visione chiara e completa dei processi intellettivi e creativi di ciascun individuo. 

1993, pp.128 

 

 

 

 

Infanzia

 

Scuola

 

Università

 

Lavoro

 

Sociale

 

Qualità

 

Didattica e Creatività

 

Psicologia

 

Scienze Umane

copyright © 2007  I.S.P.E.F. Via Comparetti, 55a - 00137 Roma (IT) tel. +39.06.86890061  fax +39.06.8275589 info @ ispef.it